Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

“La cambiale di matrimonio” di Gioachino Rossini, storia di un curioso accordo commerciale

Il 3 novembre 1810, al Teatro San Moisè di Venezia, si metteva in scena per la prima volta La cambiale di matrimonio, farsa in un atto di Gioachino Rossini.

America-Europa, affari e amore. La cambiale di matrimonio, farsa in un atto di Gioachino Rossini (Pesaro 1792-Parigi 1868), non fa mistero degli aspetti commerciali di ogni buona unione: nel libretto di Gaetano Rossi abbondano parole come ‘negozio’, ‘contratto‘, ‘capitale‘ e naturalmente ‘firma‘. A cominciare dalla lettera che Slook, uomo d’affari canadese determinato a trovar moglie nel vecchio continente, scrive a Tobia Mill, commerciante inglese e padre della giovane e bella Fannì:

«Signor et cætera. Ho risolto di formare una compagnia matrimoniale: qui non c’è ditta che mi convenga, perciò sul  primo vascello che partirà per queste colonie speditemi una moglie delle seguenti forme e qualità.»

«Qualunque sia la dote non serve. Sia d’estrazione onesta; non passi trent’anni; pasta dolce, colore omogeneo, e senza minima macchia nella riputazione. Idem di temperamento sano e robusto, per resistere ai colpi del mare e alla forza del clima, perché non vorrei restarne senza, appena acquistata, e ricorrere a nuova  provvista.» 

Esposti i requisiti, l’aspirante sposo conclude:

«Arrivandomi ben condizionata, come sopra, co’ la presente lettera per marca, o con copia legalizzata, a scanso d’equivoco, io m’impegno di far onore alla firma, e sposare chi la presenterà, a due giorni data, od anco a vista, come meglio, e salutandovi, addio. Io Slook del Canadà.»

Naturalmente c’è chi, come Norton, cassiere di Mill, inarca il sopracciglio:

All’uso proprio di negozio, e come se miss fosse una balla di mercanzia.

Ma Mill vede l’affare e decide di offrire a Slook la propria figlia:

«Signore Slook: v’abbiamo provveduto la moglie dell’età, qualità, condizioni ricercate, con tutti gli attestati. Essa è l’unica nostra figlia Fannì, che vi esibirà la presente col confronto e contrassegno della vostra: pagate a lei dunque a vista, a due giorni data, com’e di vostro comodo, i debiti e obbligazioni che avete incontrati. In fede. Tobia Mill

La commedia accenna con arguzia alle differenze culturali tra il parvenu del Nuovo Mondo e la ‘civiltà’ europea. Ecco Slook alle prese con le formalità del saluto al suo arrivo alla dimora di Mill:

Prima il padron di casa saluto, bacio e abbraccio. Lo stesso cordialmente colle signore io faccio… (va per abbracciarle, e si ritirano) Come? non s’usa forse le donne qui abbracciar? Ohimè!  Che usanza incomoda! Che brutto conversar! Benedetta sia la nostra innocente libertà! Sans façon tra noi si mostra cuor aperto, amica faccia: sì si bacia, sì s’abbraccia, né s’offende l’onestà. Benedetta  sia la nostra innocente libertà! Donne belle, donne care, più  buonine per pietà. Non mi fate ritornare senza gusto in Canadà. Sicché dunque istruitemi: non voglio far cattive figure. A quel che vedo in Europa v’è in tutto affettazione.

D’altro canto, se Norton considera Slook un ‘selvaggio’, come contabile di Mill deve anche ammettere una profonda verità: – L’americano è semplice, ha creduto che le spose in Europa siano manifatture da negozio: e in parte non s’inganna …

Nel duello tra Vecchio e Nuovo Mondo, il generoso Slook ha la peggio: cedendo a Fannì e al suo squattrinato amante Edoardo, gira la cambiale a beneficio del rivale. Ma se trionfa il bene, la farsa si conclude così com’era cominciata, ricordandoci che un matrimonio è sempre e comunque un affare:

SLOOK Abbiam fatto un bel negozio nella lor felicità.

MILL Abbracciatemi: giudizio, e il negozio bene andrà.

La cambiale di matrimonio, prima opera di Rossini a vedere le scene, fu un successo. Il geniale musicista aveva allora solo diciotto anni.

Ludovica Valentini

2 risposte a "“La cambiale di matrimonio” di Gioachino Rossini, storia di un curioso accordo commerciale"

Add yours

  1. Herbert Weinstock: “L’originalità di Rossini come compositore di farse musicali sta per prima cosa nel suo brio melodico e ritmico, nella disincantata mancanza di sentimentalismo con cui sceglieva da un libretto quegli elementi della storia che erano insensati, assurdi, irragionevoli, e dava loro poi una vera rivelazione musicale. Nulla di paragonabile allo scatto, al flusso propulsivo ritmico e melodico di La cambiale di matrimonio si era mai sentito prima. In essa, come nelle sue opere comiche più tarde, Rossini si aggrappava a ogni possibilità di sviluppi frenetici, di rapide illustrazioni puramente musicali.”

    Piace a 1 persona

  2. Nel 1876-77, appare a Boston il romanzo di Henry James “The American”. Vi si narra la vicenda di Christopher Newman, uomo d’affari americano sbarcato nel vecchio continente al pari di Slook. Ma a differenza di questi, Newman è alla ricerca di qualcosa di diverso dall’America materiale ed affarista del XIX secolo, anche se scoprirà ben altra realtà.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: